Mantenimento del figlio maggiorenne: il genitore deve provare di aver adempiuto

Mantenimento del figlio maggiorenne: il genitore deve provare di aver adempiuto

Fonte: Cass. Civ. sez. VI, 7 novembre 2022, n. 32727

 

Assegno di mantenimento per  figlio maggiorenne

L’obbligo di mantenimento dei figli maggiorenni che, senza, colpa, non sono economicamente autosufficienti si protrae fino al raggiungimento dell’autonomia reddituale.


I soggetti aventi diritto sono sottoposti ad una valutazione complessiva della propria condotta personale. A tal fine vengono presi in considerazione fattori come l’età, il conseguimento di un determinato livello di competenza tecnica o professionale e l’impegno volto alla ricerca di un’occupazione lavorativa.


Tuttavia, nel momento in cui il genitore chiede la cessazione del proprio obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne, egli è chiamato innanzitutto a provare l’assolvimento dell’obbligo, a cui segue la valutazione con oggetto il comportamento del figlio.


In conclusione: la valutazione della condotta del figlio non può in nessun caso prescindere dall’accertamento circa l’adempimento da parte del genitore

 

 

 

 

Tags: